Crea sito

Mamma blogger

Che cosa aspettarsi quando si aspetta…. il secondo bimbo!

| Bebé, Bimbi, Blog, Blogger, Desiderio, Desiderio di maternitá, Gravidanza, Mamma blogger, Mamme, Maternitá, Test di gravidanza

Pensavo che dopo Amanda, il mio caro istinto materno e il desiderio di maternità sarebbero andati a farsi benedire e invece, dopo i due anni di Amanda sono riaffiorati. Un giorno all’improvviso, nel mio cuore sentii nuovamente quella fitta al cuore: desideravo regalare ad Amanda un fratellino/sorellina. Ci pensammo a lungo io e mio marito, poi arrivò il fatidico giorno che ci guardammo negli occhi: era arrivata l’ora! Neanche il tempo di dircelo che il 12 aprile ( 4 giorni prima del giorno del presunto ciclo) il test di gravidanza ci annunciava l’arrivo di una nuova gravidanza. Feci il test così in anticipo poichè iniziai a soffrire delle maledette nausee… penso sin dal giorno del concepimento (che sfiga!).

Bene, evviva!! Urrà!! Urlavo per tutto l’appartamento piena di gioia, mio marito era al lavoro ma ad Amanda le feci vedere il test e le dissi che quel “coso” ci stava dicendo che dentro la pancia di mamma c’era un bimbo. Amanda sorrise, la prese molto bene era emozionata!

Già dal momento in cui sognai quel secondo positivo mi chiedevo cosa mai avessi potuto aspettarmi. Rivivere il positivo, le prime ecografie, sentire per la prima volta il cuoricino che batteva, vedere di nuovo la pancia crescere.

Mi sarei aspettata una gravidanza coi fiocchi, questa volta non avrei voluto perdermi nulla e godermi ogni singolo giorno. Sperare che passasse il più lento possibile, anche perchè questa sarebbe stata l’ultima volta che avrei portato in grembo un bimbo.

Impacchettai il test e quando arrivò mio marito dal lavoro glielo feci consegnare tramite Amanda. Era tutto vero, per davvero! Dentro di me avevo di nuovo una vita che cresceva in me! Poi la paura mi fece visita: e se non fosse il momento giusto? E se inizierò a trascurare Amanda? E se Amanda poi avrebbe iniziato a non accettare il fatto che dentro di me ci fosse un altro bimbo?

I mesi passavano. Soffrivo di nausee e Amanda ancora non andava all’asilo. A volte mi trovavo costretta a stare sul divano per via del malessere. Mi aspettavo che Amanda avrebbe iniziato a fare capricci e a starci male, invece non appena mi vedeva stare male, capiva che avevo male allo stomaco e si sdraiava accanto a me per coccolarmi mentre guardavamo i cartoni. Mai avrei pensato che la mia bimba di soli 2 anni e mezzo capisse la situazione. Invece si è mostrata dolce e comprensiva sin dall’inizio.

La pancia cresceva e Amanda iniziava a rendersi conto che dentro di me davvero c’era un bimbo. Iniziò a parlare con la pancia, a farle le coccole e a darle tanti baci. Ero così contenta che Amanda l’avesse presa bene! Mai mi sarei aspettata questa sua reazione positiva. Pensavo che avrebbe fatto tutto l’opposto (ma la vera prova sarà quando Manue uscira fuori dalla pancia!).

Mi sarei aspettata una gravidanza coi fiocchi. Per ora è stato così! Fino ad adesso sono riuscita a godermi ogni istante. Mi dicevano che sarebbe passato in fretta e che io non mi sarei goduta nulla per via di Amanda. Invece non è stato così! Amanda è autonoma, gioca da sola, mangia da sola. Non abbiamo avuto neanche particolari problemi con lo spannolinamento ed inoltre ha accettato il fatto di dover dormire nella sua cameretta. Così io ho potuto coccolare il mio pancione e godermi ogni singolo calcetto.

Poi scoprimmo di aspettare un meraviglioso maschietto: eravamo al settimo cielo! Anche Amanda è rimasta estasiata alla notizia!

Non posso davvero lamentarmi di nulla. La mia bimba è felice, fa finta di parlare con il suo fratellino e guai a non dargli il bacio della buonanotte!

Fortunatamente sto vivendo una esperienza bellissima, non posso davvero che ritenermi fortunata.. per ora.

Adesso rimane solo che pensare.. cosa ci si aspetta quando nascerà…. il secondo bimbo!

Commenti disabilitati su Che cosa aspettarsi quando si aspetta…. il secondo bimbo!

Le aspettative delle mamme durante la gravidanza

| Bebé, Blog, Blogger, Crescendo, Mamma blogger, Mamme, Maternitá

Quante di voi, in gravidanza hanno pensato che una volta nato il proprio bimbo gli avesse dato una educazione fatta di soli sani e buoni principi ??? Quante di voi si sono promesse di non ricorrere all’uso della TV o alla somministrazione di alimenti ricchi di grassi e zuccheri?

Be’, devo dire che girando sui profili Instagram esistono svariate mamme, tante mamme, anzi tantissime che davvero hanno poi messo in pratica tutte le aspettative createsi durante la gravidanza.

Mamme che hanno figli che non sanno cosa sia una televisione, lo strumento del demonio che fanno dei nostri bambini dei puri deficenti, mamme che hanno solo utilizzato pannolini lavabili, perché i pannolini usa e getta sono abominevoli ed ignobili, mamme che non hanno mai dato un cavolo di Kinder Pinguì. Ma scherzi?? Ma davvero vuoi mettere a repentaglio la forma fisica e la salute di tuo figlio ??

Sui social si si presentano tutte sotto questa aura angelica. Loro sono le mamme top per eccellenza che seguono tutte le indicazione dell’ OMS, che praticano tutti i consigli dei migliori esperti in pedagogia. Ma non solo sui social, le peggiori sono le mamme dei bimbi che frequentano la stessa scuola dei nostri figli.

Be’, io faccio parte di tutte quelle mamme che si erano create delle aspettative ben precise: allattamento al seno solo ed esclusivamente fino ai 6 mesi (tramutatisi in ben 2 anni e mezzo), rifiuto totale per il co-sleeping (siamo a quasi 3 anni e ancora siamo felici tutti insieme nel lettone), TV spenta H24, cibi spazzatura mai e poi mai e pannolini esclusivamente lavabili.

Poi arrivò Amanda, ed insieme arrivarono pannolini usa e getta, i cartoni in TV, i gelati nelle giornate calde,le patatine da mangiare insieme e perché no anche biscotti e brioche qualche volta.

Mia figlia ha quasi 3 anni, una fantasia da fare invidia, una forma fisica in piena salute ed ovviamente anche la salute in sè a livelli ottimi. Inoltre guarda i cartoni. Ebbene sì sono proprio una madre disagiata (a detta di altre mamme) che permette alla propria bimba l’uso della TV.

Ma ragazze mie, a tutto io dico che ci vuole BUON SENSO! Mia figlia guarda i cartoni mentre fa colazione, oppure mentre fa merenda. Altrimenti le faccio guardare la TV mentre sono sotto la doccia o la sera, prima di andare a letto, quando il papà dorme già, perché non possiamo mica metterci a giocare e strillare mentre il papà dorme che poverino, deve alzarsi presto per andare a lavorare. Sì lo so, esistono i libri da leggere. Ad Amanda pacciono molto i libri, glieli leggo da quando ha 6 mesi.

Ma pensate mica che i vostri cari figlioli non guarderanno la TV a vita? Detta così sembra una frase puramente ignorante ma io sono cresciuta a pane e cartoni e certo, giocavo tantissimo da sola e perdevo giornate intere d’estate in cortile con i miei amici. Eppure mi sono laureata, ho avuto sempre una vita soddisfacente e soprattutto non ho MAI avuto problemi di apprendimento o attenzione.

Quello che voglio intendere io è che estremizzare su qualsiasi fatto, sia da una parte che dall’altra rischia solo di fare danni. I migliori siti di pedagogia vietano assolutamente l’utilizzo della televisione nei primi 3 anni di vita, creando a mio parere tantissimo allarmismo.

Ragazze mie ma è ovvio, che lasciare un bambino attaccato alla TV H24 sia assolutamente un insegnamento sbagliato, ma cosa sará mai quella mezz’oretta di svago davanti alla Pimpa o ai Barbapapà?? Mi volete dire che voi genitori non li avete mai guardati? Qui non si tratta di abbandonare i bambini a loro stessi. Il segreto per tutte le cose è solo uno: MODERAZIONE!

Per cui care mamme, siate più solidali e comprensive verso chi non la pensa come voi o non condivide i vostri stessi piani di insegnamento. Siamo tutte mamme allo stesso modo, smettetela di farvi la guerra 🖤

 

 

Commenti disabilitati su Le aspettative delle mamme durante la gravidanza

Lo strano e bizzarro mondo delle mamme blogger

| Bebé, Bimbi, Blog, Blogger, Gravidanza, Instagram, Mamma blogger, Maternitá

Buongiorno care mamme ♥️

Dopo un anno forse forse, metto naso nel mio blog. Ma questa volta voglio mostrare la me polemica.

Un anno fa mi iscrissi su Instagram con il nome di “una.mamma.da.blog”. Proprio come diceva il nome del mio username, mi ero iscritta allo scopo di diventare una mamma blogger. Ecco, è proprio qui che mi si aprì un mondo a me sconosciuto e che ahimè scoprii poi che non mi piaceva affatto. Ma voi penserete, ma come mai?

Ora vi spiego. Entrai nella cerchia delle mamme. Iniziai a seguire mamme di tutta Italia. C’era chi mi ricambiava il follow e chi no ma fin qui, nessun problema.

Ma il bello doveva ancora arrivare. Alcune delle mamme che seguivo incominciarono ad inviarmi in direct alcune richieste. Mi chiedevano se avessi voluto fare parte di alcuni gruppi di scambio like, commenti e follow. Che??? Davvero?? Mi feci spiegare come funzionavano e da lì apriti cielo. In un batter d’occhio mi ritrovai in vari gruppi nei direct che poi si estesero a dei gruppi scambio like,commenti e follow su Telegram. Mi ero imbattuta in circa una ottantina di gruppi. Tutti con regole e punizioni diverse a seconda degli errori che commettevi. Questo sistema mi garantiva ad ogni post centinaia di commenti e più di 500 like. Il numero di seguaci aumentava ogni giorno tanto che nel giro di pochi mesi mi ritrovai con più di 2000 followers .

Ci credete ?? Ebbene sì è la verità. Perdevo ore dietro ad uno stupido Android a recuperare like e commenti per riceverne altrettanti. Addirittura in alcuni gruppi ho trovato persone che vivono nella mia stessa città !!!!!

Assurdo vero ????  Proprio assurdo. Pensare che magari chi non è in questi giri, osservi come molte (e dico molte) persone abbiano tutti questi like e commenti per non parlare dei follow.

Ovviamente il gioco ha retto pochissimo perché di tempo da sprecare in queste cose idiote non ne avevo. Però è proprio assurdo notare come certe mamme vogliano a tutti i costi entrare in questo sistema per accrescere i propri followers in modo scorretto perché, credetemi, a più dell’80% dei followers che raccatti non importa una beata mazza della tua vita da mamma e delle tue foto, ma lo fa solo perché le regole di quel gruppo richiede determinate cose.

Assurdo vero ??? E trovo ancora più assurdo come questo sistema regga ancora. Io a fine della scorso anno sinceramente dalla vergogna ho deciso di eliminare il mio amato profilo, colmo di bellissime foto ma che ahimè non si addicevano alla persona semplice e corretta che sono. Per cui ora ritorno dopo un anno, nelle vesti di una mamma, che ha il desiderio di sfogare i propri sentimenti su questo blog costruito con tanto amore e chissà se potrà piacere a qualcuno di voi… Lo spero tanto !

Ora ho un altro profilo, semplice senza grande pretese, senza scadenze senza obbligo di pubblicare determinati post, insomma.. sono io e basta !!

Aprite gli occhi care, Instagram è una vera e propria fogna credetemi, di persone vere e autentiche ve ne sono bene poche.

Se volete approfondire l’argomento, scrivetemi pure !

Besitos ❣️

Commenti disabilitati su Lo strano e bizzarro mondo delle mamme blogger