Quante di voi, in gravidanza hanno pensato che una volta nato il proprio bimbo gli avesse dato una educazione fatta di soli sani e buoni principi ??? Quante di voi si sono promesse di non ricorrere all’uso della TV o alla somministrazione di alimenti ricchi di grassi e zuccheri?

Be’, devo dire che girando sui profili Instagram esistono svariate mamme, tante mamme, anzi tantissime che davvero hanno poi messo in pratica tutte le aspettative createsi durante la gravidanza.

Mamme che hanno figli che non sanno cosa sia una televisione, lo strumento del demonio che fanno dei nostri bambini dei puri deficenti, mamme che hanno solo utilizzato pannolini lavabili, perché i pannolini usa e getta sono abominevoli ed ignobili, mamme che non hanno mai dato un cavolo di Kinder Pinguì. Ma scherzi?? Ma davvero vuoi mettere a repentaglio la forma fisica e la salute di tuo figlio ??

Sui social si si presentano tutte sotto questa aura angelica. Loro sono le mamme top per eccellenza che seguono tutte le indicazione dell’ OMS, che praticano tutti i consigli dei migliori esperti in pedagogia. Ma non solo sui social, le peggiori sono le mamme dei bimbi che frequentano la stessa scuola dei nostri figli.

Be’, io faccio parte di tutte quelle mamme che si erano create delle aspettative ben precise: allattamento al seno solo ed esclusivamente fino ai 6 mesi (tramutatisi in ben 2 anni e mezzo), rifiuto totale per il co-sleeping (siamo a quasi 3 anni e ancora siamo felici tutti insieme nel lettone), TV spenta H24, cibi spazzatura mai e poi mai e pannolini esclusivamente lavabili.

Poi arrivò Amanda, ed insieme arrivarono pannolini usa e getta, i cartoni in TV, i gelati nelle giornate calde,le patatine da mangiare insieme e perché no anche biscotti e brioche qualche volta.

Mia figlia ha quasi 3 anni, una fantasia da fare invidia, una forma fisica in piena salute ed ovviamente anche la salute in sè a livelli ottimi. Inoltre guarda i cartoni. Ebbene sì sono proprio una madre disagiata (a detta di altre mamme) che permette alla propria bimba l’uso della TV.

Ma ragazze mie, a tutto io dico che ci vuole BUON SENSO! Mia figlia guarda i cartoni mentre fa colazione, oppure mentre fa merenda. Altrimenti le faccio guardare la TV mentre sono sotto la doccia o la sera, prima di andare a letto, quando il papà dorme già, perché non possiamo mica metterci a giocare e strillare mentre il papà dorme che poverino, deve alzarsi presto per andare a lavorare. Sì lo so, esistono i libri da leggere. Ad Amanda pacciono molto i libri, glieli leggo da quando ha 6 mesi.

Ma pensate mica che i vostri cari figlioli non guarderanno la TV a vita? Detta così sembra una frase puramente ignorante ma io sono cresciuta a pane e cartoni e certo, giocavo tantissimo da sola e perdevo giornate intere d’estate in cortile con i miei amici. Eppure mi sono laureata, ho avuto sempre una vita soddisfacente e soprattutto non ho MAI avuto problemi di apprendimento o attenzione.

Quello che voglio intendere io è che estremizzare su qualsiasi fatto, sia da una parte che dall’altra rischia solo di fare danni. I migliori siti di pedagogia vietano assolutamente l’utilizzo della televisione nei primi 3 anni di vita, creando a mio parere tantissimo allarmismo.

Ragazze mie ma è ovvio, che lasciare un bambino attaccato alla TV H24 sia assolutamente un insegnamento sbagliato, ma cosa sará mai quella mezz’oretta di svago davanti alla Pimpa o ai Barbapapà?? Mi volete dire che voi genitori non li avete mai guardati? Qui non si tratta di abbandonare i bambini a loro stessi. Il segreto per tutte le cose è solo uno: MODERAZIONE!

Per cui care mamme, siate più solidali e comprensive verso chi non la pensa come voi o non condivide i vostri stessi piani di insegnamento. Siamo tutte mamme allo stesso modo, smettetela di farvi la guerra 🖤

 

 

Commenti disabilitati su Le aspettative delle mamme durante la gravidanza