Ma ciao care le mie lettrici! Dopo ben 1 mese, mi ritrovo qui a scrivere sul mio blog ! Tremate Raffaella é tornata !

Scherzi a parte…. Ma vi siete mai chieste, se i pianti dei vostri figli, quelli che (parliamoci chiaro), ti stressano fino al midollo, siano delle lamentele senza importanza o se siano dei veri piagnistei da chiamarli capricci? Bé, io come sempre, vi riporto la mia personalissima esperienza con Amanda.

Ha ormai 15 mesi. Non so se a 15 mesi i bambini possano o sappiano fare i capricci, ma vi dico che Amanda non mi ha mai dato problemi con questo, o meglio, ci sono i momenti in cui piange a dirotto e si dimena, ma tutto ciò per un motivo ben preciso: o ha sonno, o ha fame, o ha male alle gengive o magari vuole farsi capire mentre giochiamo e l’unica maniera per comunicare, dato che OVVIAMENTE non parla ancora come noi, é piangere. 

Ma allora mi chiedo: esistono i capricci? Sarà troppo piccola Amanda per poter fare i capricci? Io penso che tutto ha un limite. Ci può stare che i bambini, si impuntino su qualcosa e inizino a piangere affinché non ottengono ciò che desiderano. Ma non facciamo anche noi cosí??? Solo che noi siamo grandi ed abbiamo le capacità di valutare se, i nostri capricci possano essere evitati o no (ammettetelo, voi non fate i capricci or un paio di scarpe?)

 Ma loro, sono piccoli ed hanno bisogno di Noi, in quanto guida, anzitutto a capire le loro reali esigenze e poi, a fare capire loro se queste lamentele possano essere evitate!

Penso sia normale da parte del bambino, piangere e chiamare l’attenzione del genitore, perché noi siamo il loro punto di riferimento, il loro TUTTO, loro imparano da noi, ci imitano, ci ascoltano!

É vero, ci sono quelle giornate no, quei giorni che il vostro bambino sembra che non ne voglia sapere per nulla, di ascoltarvi e quello che continuano a fare é solo piangere e lamentarsi o come conosciamo noi : fare i capricci.

Ma vi siete mai chieste se in quei momenti noi abbiamo ascoltato i nostri figli ?? Avete lasciato da parte stracci, detergenti, lavoro da parte e vi siete chieste perché il vostro bambino chiede in quella maniera la vostra attenzione? Penso che dopotutto, tutti noi da bambini ci siamo comportati cosí, perché appunto eravamo bambini. 

Ed io non voglio che mia figlia si comporti da adulta, ma da bambina!! Fare i capricci per me significa che in quel momento non stiamo capendo bene il nostro bambino, e allora dimentico tutto quello che c’é intorno a me e ascolto l’esigenza della mia bambina ! I nostri figli saranno bambini una sola volta, noi possiamo imparare ad ascoltarli e insegnare loro se fare i capricci per una determinata cosa sia utile o No!

Cosa ne pensate voi a riguardo? Fatemi sapere con i vostri commenti! 🎀🎈

2 Commenti