Crea sito

Mese: Dicembre 2017

Quella fretta di vedere tuo figlio crescere..

| Bimbi, Mamme, Maternitá

Scopri di essere incinta. Iniziano le prime nausee. E poi ti chiedi quando passeranno e non vedi l’ora che finisca il primo trimestre. Poi le nausee passano e con sé portano via i primi mesi. Non vedi l’ora di scoprire se é maschio o femmina. Evviva é una femmina !! Ti ritrovi magicamente a 22 settimane di gravidanza. Sei a metà strada. Quel pancione cresce, la tua bimba cresce e giorno dopo giorno scalcia sempre più. Arrivi a 30 settimane che ti domandi quando arriverà mai il momento di dare alla luce tua figlia.

E poi, sei all’ospedale. I parenti vengono a trovarti. Tu sei in quella stanza con una piccola creatura in quella culletta. Torni a casa e inizia la tua vita in 3. I primi giorni non sono facili, anzi i primi mesi non lo sono affatto. Sei a casa da sola a badare a tua figlia. Aspetti con ansia il rientro di tuo marito da lavoro. Le giornate sono interminabili. Lei vuole stare sempre in braccio a poppare. Tu ti senti uno straccio e non vedi l’ora che tua figlia cresca per recuperare le energie perse. Non vedi l’ora di proporle le prime pappe, la prima frutta. Fremi al pensiero di vedere tua figlia crescere. Quando inizia lo svezzamento, sono passati 6 mesi. E dentro te pensi: “già 6 mesi? Sembra ieri di aver fatto quel test di gravidanza, eppure siamo già qui!” .

Avevi cosí tanta paura del parto, che ora che ci pensi é un ricordo lontano. Non é nulla il parto, in confronto a tutto ciò che avviene dopo. Eppure pensi e ripensi a quel giorno che feci quel test, al giorno della sua nascita, alle giornate sul divano con lei in braccio. Quanto vorresti che il tempo si fermasse per goderti ogni istante di tua figlia.

La tua bimba cresce e inizi a confrontarti con le altre mamme. I loro figli già mangiano i pezzi, gattonano, “lallano” e alcuni già dicono mamma e papà. Allora guardi tua figlia  e pensi:” ma lei non fa ancora molte di queste cose! PERCHÉ? Iniziano le paranoie. Apri Google, leggi i libri su come stimolare lo sviluppo cognitivo fisico e psichico dei bambini. Passano le settimane  e tu ti rassegni. Poi all’improvviso quel momento tanto atteso é arrivato. Gattona, lalla e addirittura chiama mamma e papà. Sei cosí contenta che lo comunichi a tutto il mondo !!!!

Giunge cosí il primo compleanno. “Ma non li mangia ancora i pezzi? Mio figlio ormai mangia con le posate da solo !” E via di nuove preoccupazioni. “Dai amore mangia questi pezzetti!” Ma lei non ne vuole sapere. Ma quanto é difficile far accettare i pezzi ai bambini? Passano le settimane e appena proponi il cibo in pezzi lei vomita. Cosí ti rassegni e continui con i soliti brodini. Ma un bel giorno, la tua bimba decide di accettare i pezzi. “Evviva!!!!! Mia figlia mangia come noi!!” Ti senti felicissima, finalmente un altro traguardo raggiunto!

Quanto é bello vedere il tuo bambino crescere! Quando era piccolino non faceva altro che starsene in culla e in braccio senza dire nulla, senza fare nulla. Invece ora cammina, gioca da solo, mangia da solo. Quando esci di casa é così curioso di scoprire ció che gli sta attorno…

E ti ritrovi a domandare a te stessa, perché tutto é passato cosí in fretta.

Perché siamo noi che abbiamo fretta !!! Abbiamo fretta di vederli crescere, mangiare le pappe, camminare da soli, giocare autonomamente. Siamo noi che abbiamo fretta a far mangiare loro i pezzi, anche quando non sono pronti!!!!

Questa é la verità!! Io ho deciso che non voglio più avere fretta di vedere mia figlia crescere. Il tempo giá passa veloce di suo, se poi mi metto a bruciare le tappe, mi ritroverò con Amanda sull’altare in procinto di dire SÍ al suo amato! 😂Aspetterò per tutte le sue fasi di crescita che lei sia pronta e nel frattempo mi godró la sua gioia di vivere!!

Carissime un consiglio spassionato: vostro figlio non ne vuole sapere di pappa, svezzamento, primi passi o cibo in pezzi ??? Rispettate i suoi tempi. Non vedete l’ora che vostro figlio cresca e vada già all’asilo? Rispettate i vostri tempi, sono sicura che quando sarà il momento, rimpiangerete il passato. Godiamoci il presente, che gli anni dei nostri figli non ce li daranno più indietro! ❤💎

 

Commenti disabilitati su Quella fretta di vedere tuo figlio crescere..

Pannolini, pannolini ovunque!

| Bebé, Bimbi, Pannolini

Ciao carissime e ben tornate sul mio blog! Oggi vi voglio parlare dell’utilizzo dei pannolini usa e getta. Si sa, non si può fare a meno dei pannolini. Personalmente, con Amanda ho utilizzato solo ed esclusivamente pannolini usa e getta per cui, dei lavabili non posso riportarvi la mia personale esperienza.

Ne ho usati di varie marche, ho anche scritto un articolo in merito alle mie opinioni a riguardo (per saperne di più cliccate ➡️https://unamammadablog.altervista.org/pannolini-per-il-tuo-bebe-quali-sono-i-migliori-e-quali-i-peggiori/ )

Ma quanti pannolini si cambiano al giorno? Tantissimi! Bé diciamo che ora che Amanda ha 13 mesi ne cambio meno di quando era appena nata.

Quando é nata Amanda, al nido mi dissero che dovevo cambiare il pannolino ogni 3/4 ore. Ma a volte succedeva che anche dopo 2 ore glielo dovevo cambiare, per via della grande quantità di pupú che faceva !!! I neonati, essendo lattanti (perché si nutrono di solo latte), vanno di corpo molto spesso. A me succedeva che Amanda smetteva di poppare e via di pupú e cambio pannolino! Passavo le giornate tra divano (per allattare Amanda) e fasciatoio (per cambiarla). E menomale che amici e parenti ci regalarono pannolini, a volte capitava che finivano per magia e potevamo fare affidamento sui pannolini regalati, messi lá, nella montagna di regali che ancora dovevo mettere a posto!!!

E siccome si cambiavano pannolini anche la notte, capirete il bidone dell’immondizia quanto fosse pieno !!! Finché Amanda si svegliava la notte e le cambiavamo il pannolino ogni 3 ore di media, durante la giornata cambiavamo circa  8 pannolini (Se non sbaglio 8pannolini ogni 3h -> 8×3=24giusto ?). Ma alcuni giorni ne facevamo fuori anche dieci. In una settimana per cui, facevamo fuori una sessantina di pannolini. Pensate che in alcuni casi capitava che cambiavo Amanda é immancabilmente dopo neanche 2 minuti evacuava nuovamente.

Man mano che Amanda cresceva, il numero di pannolini diminuiva, anche perché ha iniziato a non svegliarsi più la notte (non chiedetemi bene quando che non lo ricordo). Per cui si arrivava ad almeno 3 pannolini in meno al giorno. Con l’inizio dello svezzamento, i bambini fanno molta, ma molta meno cacca di prima. Quindi, tra che Amanda non si svegliava più la notte e da quando abbiamo inziato lo svezzamento, il numero di pannolini utilizzati durante la settimana si é quasi dimezzato. Ora un pacco di pannolini ci dura piu di una settimana, mentre durante i primi mesi, un pacco, lo si faceva fuori in meno di sette giorni !

Ora a volte capita che quasi mi scordo che ha il pannolino! Devo anche dire che Amanda non ha mai sofferto di irritazione cutanea nelle zone intime, per cui non é un problema per lei stare un’oretta in più con il pannolino pieno.

Quindi, care future mamme o neomamme all’impresa con pannolini e pupú, non demordete, prima o poi cambierete meno pannolini!😂

A presto 🎀🎈

Commenti disabilitati su Pannolini, pannolini ovunque!