Crea sito

Mese: Novembre 2017

Nusea in gravidanza, come l’ho affrontata io!

| Gravidanza, Mamme, Maternitá

Ciao bellezze e bentornate sul mio blog! Oggi affronteremo insieme un piccolo problema che colpisce tantissime ragazze in gravidanza: la nausea! Io sono stata tra quelle sfortunate e ahimè ne sono stata colpita! Pum! Colpita e affondata!

 Ricordo ancora come se fosse ieri quella mattina: 29 febbraio 2016, ero a 5+0 settimane. Quella mattina avevo l’appuntamento dal ginecologo per fare l’ecografia. Mi alzai e improvvisamente mi venne una nausea tremenda. Pensai di avere la nausea per l’agitazione (io ho sempre la nausea quando sono agitata, per esempio mi viene sempre prima di affrontare un esame universitario), perciò la presi con superficialità. Durante l’ecografia la nausea mi passò, per cui c’erano tutti i presupposti che fosse solo nausea per l’agitazione. Ma appena uscii dallo studio per recarmi insieme a mia sorella al bar a fare colazione, mi tornò. “Oh mio Dio, devo scappare in bagno a vomitare!”, comunicai a mia sorella. Ma in bagno non ci andai, perchè mi vergognavo a vomitare in un bagno di un bar. Riuscii a malapena a mangiare il croissant, il succo non lo toccai minimamente. Cosí mi feci portare a casa e appena varcai la soglia di casa, mi buttati sul letto, mi misi sotto le coperte, tv accesa e addio vita sociale.

 La nausea non mi mollava un attimo, neanche di notte. Ogni minimo movimento di mio marito nel letto mi scombussolava lo stomaco ancora di più. Passavo le giornate a letto a guardare serie tv, cartoni, film, reality e chi piú ne ha, più ne metta. Mio marito si ritrovò da un giorno all’altro a dover spadellare e pulire la cucina. Andava al lavoro e mi lasciava a letto, tornava da lavoro e mi ritrovava ancora a letto. La nausea era talmente forte che se solo cercavo di scendere da letto, aumentava ancora di più. Una sensazione orribile, fastidiosa. Il mio ginecologo mi rassicurava e mi diceva che la nausea era un ottimo segno che la gravidanza procedeva a gonfie vele (la nausea é correlata all’aumento dei valori dell’ormone della gravidanza, conosciuto come beta hcg), ma non bastava a farmi stare bene, anche perché la nausea l’avevo Io, mica lui!

C’erano giorni che avrei voluto strapparmi lo stomaco, altri che volevo piangere, altri ancora che mi rassegnavo, insomma un disastro. Poi ho digitato su Google: “rimedi contro la nausea gravidica” e non vi dico quanti rimedi ho letto: crackers, grissini, foglie di menta, ghiaccioli antinausea, zenzero (ma a chi piace lo zenzero ?)…. Le foglie di menta non le avevo, lo zenzero non mi piace, dei ghiaccioli non ero convinta…

Poi arrivata a 9+0 é successo quello che non avrei mai voluto: il vomito !! Eh no, non ci voleva proprio. Ma il bello é che non vomitavo tutte le mattine ma solo una mattina a settimana. Appena aprivo gli occhi, sobbalzavo dal letto e di corsa in bagno a rimettere… il nulla. E che mica finiva lá. Non mi faceva sentire meglio, perché la nausea non passava proprio.

“Santo cielo, quando finirà questa sofferenza!” pensavo. Sembrava di non vedere mai la luce in fondo al tunnel.

Poi scoprí che l’acqua frizzante e il sorbetto al limone mi sollevavano dalla nausea. Ebbene sí, avete letto proprio bene. Con me queste due cose funzionavano. Badate bene peró, non mi fecero passare la nausea ma in certi momenti mi facevano stare meglio. Ma che bontà il sorbetto al limone, me ne stavo bene sotto le coperte a guardare la tv e trangugiare vaschette di sorbetto.

I giorni passavano, con me le nausee che mi tenevano tristemente compagnia quando arrivata alla mattina della settimana 14 e 1 giorno mi svegliai SENZA NAUSEA! Una sensazione bellissima, mi sembrava di rinascere ! Finalmente le nausee erano sparite e io potevo godermi in serenità la gravidanza!! La luce in fondo al tunnel, esiste davvero !😂

Diciamo che io la nausea non l’ho combattuta, ma ho cercato dei rimedi per affrontarla e riuscire a gestirla al meglio possibile, anche se la nausea é stata davvero debilitante. Non penso che esista un vero metodo per sconfiggerla, ma solo per attenuarla. Perciò quello che mi sento di consigliarvi é di non abbattervi, tenete duro, che prima o poi queste maledette nausee spariranno !!

E per voi, quali sono stati i rimedi che avete usato per attenuare la nausea, se ne siete state colpite? Commentate!😊

Spero vi sia piaciuto l’articolo. A presto 🎀🎈

Commenti disabilitati su Nusea in gravidanza, come l’ho affrontata io!

La mia make up routine per un viso “acqua e sapone “

| Bellezza

Ciao carissime!!! Oggi finalmente dopo tanto tempo, mi dedico alla sezione bellezza del mio blog.

Due mesi fa, mi sono recata da Kiko e ho acquistato alcuni prodotti della Kiko Fall Collection, dei quali ora non posso farne a meno e sono entrati a far parte della mia make up routine (ma non utilizzo solo prodotto Kiko).

Ultimamente prediligo tanto il make up “acqua e sapone”, ossia un make up adatto a tutti i giorni, per quando ricevo ospiti a casa e non ho voglia di fare un make up complicato. Ecco come creo la mia make up routine per un viso “acqua e sapone”.

Prima di tutto detergo il mio viso con un detergente semplice, delicato, marcato Cien, acquistato da Lidl con pochi euro.

Niente di che, é un semplice gel detergente, non é cosí eclatante come prodotto. Per essere delicato lo é davvero e non é profumatissimo, cosa molto gradita.

Dopodiché, utilizzo il tonico sempre della Cien, con un dischetto di cotone. Lo passo su tutto il viso per eliminare residui di pelle morta e per completare la pulizia del viso.

Il tonico é adatto per le pelli sensibili. Anche questo l’ho acquistato da Lidl per pochi euro. Mi trovo bene per cui ve lo consiglio.

Prima di procedere con il fondotinta stendo due primer sul viso. Il primo, é un primer che applico nel contorno occhi. ⬇️FOTO ⬇️

Il primer marcato Glossip, che va a coprire macchie scure e nel mio caso, le maledette occhiaie!

Nel resto del viso applico un secondo primer, di Kiko. ⬇️FOTO⬇️

Questo primer é una bomba. Mi é piaciuto un sacco fin dal primo utilizzo. Elimina i difetti della pelle e rende il viso opaco, dando l’effetto porcellana. Ed é vero, provare per credere. Una volta finito il make up, il viso é favoloso. Super approvato! 👍

Sono pronta a stendere il fondotinta. Con il mio pennello rotondo di Kiko, applico su tutto il viso il fondotinta liquido mat, per un effetto opaco, di NYC, acquistato da Acqua&Sapone.

Questo è il n° 103-soft beige

É quasi terminato, mi trovo benissimo, perché dura veramente tanto, non a caso sul prodotto c’è scritto che dura 12h.

Per fissare il fondotinta poi, utilizzo una cipria compatta. ⬇️FOTO ⬇️

La cipria compatta di Glossip. La n°01 -Amber

Creo poi delle zone ombra con la terra abbronzante della Kiko Fall Collection. La applico su fronte, guance e ai lati del naso, con un pennello rotondo.

La AMO! Mitica, é stato uno degli acquisti migliori che abbia mai fatto. Ha l’illuminante incorporato ed un profumo gradevole. Dal prodotto sembra sia molto chiaro ma vi assicuro che una volta applicato suo viso é ottimo. Ne serve una piccola quantitá per creare le giuste zone d’ombra. Un’altra cosa che amo é che c’é tantissimo prodotto.

Siccome amo snellire il mio viso poi, con il pennello di Kiko per il counturing, applico un blush proprio come se stessi realizzando un vero e proprio counturing.

Io utilizzo il blush di Kiko, il n°06-Smart.

Ora passiamo agli occhi. Il trucco per fare l’effetto di aver un viso “acqua e sapone”, sta proprio nel non appesantire lo sguardo. Per cui vado di mascara e un tocco di matita kajal color burro, per illuminare lo sguardo.

Ecco il mascara  Fall 2.0 della collezione autunnale di Kiko
Ha lo scovolino in silicone, dai dentini corti che servono per dare la massima definizione alle ciglia e pettinarle meglio.

Non posso che amarlo. Adoro il fatto che lo scovolino sia in silicone e mi piace tantissimo come mi definisce le ciglia e mi accentua lo sguardo. Ve lo consiglio! 👍

Per illuminare lo sguardo, applico nell’interno occhio la matita kajal color burro, sempre di Kiko.

La n° 01. Veramente molto carina.

 La mia make up routine termina con la matita Essence per le sopracciglia ed io rossetto Essence dal tono chiaro e delicato. ⬇️FOTO ⬇️

Sembra che sia un trucco elaborato, per via di primer, fondotinta, cipria e chi piú ne ha piú ne metta, ma vi assicuro che non ci metto molto a truccarmi e comunque io preferisco preparare il viso con una buon base prima di applicare il fondotinta per avere un risultato migliore.

E voi, quale make up preferite ? Se vi é piaciuto il mio, commentate!

A presto🎀🎈

Commenti disabilitati su La mia make up routine per un viso “acqua e sapone “

Compleanno a tema: tante idee per una festa coi fiocchi!

| Compleanno, Festa, Mamme, Svago

Ciao carissime !!! Oggi vi parlerò di cosa ho preparato per il primo compleanno di Amanda! Ha compiuto il suo primo anno di vita il 16 ottobre . Come vola il tempo, sembra ieri che sia nata e invece ha già un anno !!!! Per la ricorrenza abbiamo organizzato un primo compleanno a tema: abbiamo deciso di addobbare la festa con Minnie!!! Chi non va matta per Minnie ???? Più che le nostre bimbe di un anno, penso siamo noi mamme ad andare pazze per questa carissima topolina!😂

Bé, ma ora parliamo di cosa io e mio marito abbiamo creato per la grande festa!

Siccome nei negozi della mia cittá, c’era poco e niente riguardo agli addobbi firmati Minnie Mouse, ho spulciato un pó Pinterest, l’applicazione che dá tantissime idee sulle creazioni “handmade”, cioé fatte a mano.

Ed ecco, lo striscione con la scritta “Happy Birthday”. Volete sapere come lo abbiamo realizzato ? Semplice, con il.. CARTONE!!!

Esatto, avete letto proprio bene. Mi sono recata in un negozio della cittá e ho acquistato i cartoni dalle dimensioni abbastanza grandi di colore nero e rosa. Pensate poi, che le lettere le abbiamo stampate dal pc, con la nostra stampante di casa !

Date una occhiata ⬇️ vi posto alcune foto della realizzazione (nel caso foste interessati!)

Come vedete, i cartoni rosa e nero. A fianco c’é la forma della testa di Minnie, che abbiamo stampato dal pc!
Come prima cosa abbiamo deciso di preparare i fiocchi. Come la testa di Minnie, anche il fiocco lo abbiamo stampato dal pc, da usare come “stampo.
Ecco come abbiamo realizzato i fiocchi. Alla fine li abbiamo ritagliati.
Come vedete qui stavo ritagliando le lettere. La testa di Minnie l’ho usata come stampino da usare sul cartone nero.
Una volta ritagliato il tutto, con una semplice colla, abbiamo attaccato tutti i pezzi al loro posto. Come in questa foto.
Et voilá, lo striscione di Minnie é completato!!!! Per unire le teste abbiamo forato le orecchie e con un gomitolo di lana rosa il gioco é fatto ! Pronto per essere appeso!

Ovviamente, potete usare lo stesso metodo con altri temi: topolino, pjmasks, masha&orso e chi piú ne ha piú ne metta !!! Il costo? 3 soli euro !!! Ovvero il costo del cartone. 1 euro per ogni cartone, noi abbiamo usato 1 cartone rosa e 2 neri ed é anche avanzato materiale ( che abbiamo usato per la realizzazione di altre cose per la festa!) La colla l’avevamo già a casa, ma cosa vuoi che sia, con 2 euro di colla in più te la cavi alla grande!

Siccome  poi, alla festa ci sarebbero stati molti bambini, mio marito ha realizzato dei graziosi cappellini da indossare.
 Quelli con il fiocco rosa per le bambine e quello rossi che rimandano a Topolino per i maschietti ! Con del semplice cartoncino nero (un pó quello che già era avanzato e un cartoncino nuovo) abbiamo ritagliato la forma per realizzare un cono. Come lo schema ⬇️

Invece per creare i fiocchi rosa, abbiamo utilizzato il cartoncino rosa e utilizzato in questa maniera ⬇️

Abbiamo creato questa forma sul cartoncini e ritagliata
Poi portato al centro le due estremità, unendole e incollandole.

Invece per i cappellini dei maschietti abbiamo creato delle fasce rosse, sempre col cartoncino e due bottoni da incollare sopra con della semplice carta. Per concludere abbiamo fatto due buchi nei cappellini, per far passare l’elastico. Ah! Mi sono dimenticata delle orecchie! Bé é stato facilissimo farle, due bei cerchi, ritagliati✂️ e incollati!

Non contenti, abbiamo preso dei lunghissimi stuzzicadenti, ritagliato sul cartoncino nero delle piccole teste di Minnie,ci abbiamo incollato sopra degli 1 di cartoncino rosa e abbiamo fatto gli stuzzichini di…

Marshmallow!

Devo dire che i bambini hanno gradito moltissimo questo pensierino !!!!! Non vedevano l’ora di aprirli e mangiarseli tutti !

⬇️ Vi lascio due foto ⬇️

Ecco le teste di Minnie create con il cartoncino nero.
Qui avevo ritagliato gli 1 con il cartoncino rosa e li stavo incollando sulle teste di Minnie.

Infine, per gli invitati ho deciso di creare delle “bomboniere” per ringraziare loro di aver partecipato al primo compleanno della nostra piccola!

Bomboniere realizzate con i vasetti degli omogeneizzati che ho conservato !

Cosa mi é servito ?

Stoffa rosa a pois bianchi che ho ritagliato a forma di disco, nastro nero per legare il tutto con un bel fiocchetto !
Con della semplice colla ho attaccato la stoffa ritagliata sul coperchio del vasetto.
Poi con il nastro nero ho legato il tutto creando un fiocchetto!

Ed ecco come abbiamo presentato il tavolo delle bomboniere

Vi piace?

Spero vi sia piaciuto l’articolo e spero possa tornarvi utile ! A presto 🎀🎈

2 Commenti

Mamma puliscitutto 2.0

| Malati di pulito, Mamme, Senza categoria

Ciao carissime e ben tornate sul mio blog. Oggi vi voglio parlare di una “malattia”, di un disturbo, chiamatelo come volete, della .. pulizia ! Vi ricordate vero dell’articolo che dedicai alla sindrome del nido vero ? Bé se non lo avete letto o non vi ricordate, vi rinfresco io la memoria ➡️https://unamammadablog.altervista.org/sos-pulizie-casa-senza-sosta-in-gravidanza-te-lo-spiego-io/

 Quante di voi hanno ancora la sindrome del nido nonostante il bambino sia nato giá da un pó? Quante di voi non vanno a letto se non é tutti in ordine e pulito ? Chi come me deve posizionare le cose in una determinata maniera sennó non vive serena? Ecco, non siete un pó stufe di essere “schiave” di questi rituali ? Io dico: sí!

Tutti i giorni mi tocca sgridare il marito perché mi scompiglia la casa, perché l’asciugamano in bagno lo ripone diversamente da come voglio io, i cuscini sul letto non devono essere storti di mezzo centimetro e la polvere non deve neanche azzardarsi a farsi vedere ai miei occhi !Per non parlare dei pavimenti. Su questo sono F-I-S-C-A-L-I-S-S-I-M-A ! Aspiro ogni giorno e lavo i pavimenti un giorno sí e uno no ma può  capitare che li lavi tutti i giorni! E che dire delle stoviglie? Prima di metterle in lavastoviglie le sciaquo sotto acqua corrente e detersivo per piatti (é vero é inutile ma ormai il rituale é questo). Per non parlare della candeggina. Candeggina ovunque! Ma su questo già mi sono calmata perché si sa, inalare candeggina non fa bene alla salute ! SAPPIATELO! Basta candeggina donne! Fa male alla salute se usato in maniera esagerata!

Ed il bagno ? Pulisco sanitari e lavello tutte le mattine, in più capita di pulirli più volte in una giornata se ritengo che sia necessario ! E la camera da letto? Pure ! Maledetto Wengé ! Ogni giorno ci si accumula sempre polvere!

La malattia della pulizia ti prende e ti trascina nel suo vortice, senza che te ne rendi conto. Ma io dico:basta! Ho deciso di smettere con il lavare tutti i giorni i pavimenti, ho deciso di non farmi venire la malattia sui cuscini un pó storti. Non possiamo essere schiavi della casa. Non si vive serenamente. Per cui care donne, mollate stracci, scope guanti e secchielli, uscite di casa e godetevi l’aria aperta, con la vostra famiglia! La casa può aspettare, i figli no! Perché loro crescono e anche in fretta e questi momenti nessuno ce li potrà ridare !! 🎀🎈

Commenti disabilitati su Mamma puliscitutto 2.0